Archivi categoria: Spigolando qua e là…

Raccontiamo il cammino della settima edizione…


Nella torrida estate del 2022, che ricorderemo per la sua calura e per il suo difficoltoso percorso politico, continuano a  rincorrersi i versi che arrivano trasportati dalla marea delle emozioni  che i poeti effondono in liriche sempre più numerose.
Intanto il sole  gioca coi rami d’ulivo e la pace  accarezza i campi, carichi di grappoli d’uva, protesi verso lo straordinario azzurro del cielo. È la stessa natura una poesia, il riflesso di luci che si trastullano su una terra  che racchiude storia, emozioni e ricordi rivestiti di un  fascino misterioso; tutto incastonato in un piccolo lembo d’Italia, il tacco salentino, quello autentico, non devastato da un turismo selvaggio, non violato da irriverenti comportamenti che profanano templi di antica saggezza.
ph Eleo Mello

ph Eleonora  Mello

dscn0229                                                          ph Eleonora Mello

Il Premio è nato nel 2009 e ancora oggi continua, vigoroso, ad accogliere poeti e narratori, dimostrando di credere profondamente nell’importanza della scrittura, ineffabile risorsa per rinsaldare il valore della propria essenza nel confronto con le vicissitudini quotidiane. Sono sinceramente grata a tutti coloro che stanno inviando le loro opere, convincendomi ancora una volta di quanto sia straordinario dare vita a voci che non gridano ma sussurrano nei versi la propria dimensione esistenziale.
Maria Rosaria Teni

ulivi

“Narrare significa creare”


Percorrendo il cammino che il Premio Vitulivaria sta portando avanti in questi mesi estivi, mentre si avvia lentamente alla scadenza, prevista per il 30 ottobre, e alla luce dei brani di narrativa che stanno arrivando da ogni parte d’Italia all’attenzione del Comitato organizzatore del concorso, non posso che considerare, ancora una volta, l’importanza e la bellezza della scrittura e la forte capacità di temperare i disagi e le difficoltà del nostro vivere quotidiano. D’altro canto, raccontare fa parte della natura dell’uomo e ne costituisce quasi un bisogno primario;  l’umanità sarebbe molto diversa se non avesse la consuetudine di esporre le proprie emozioni, le personali esperienze, quelle altrui,  e trasferirle su una pagina, per comunicarle e condividerle. Tutto ciò  rende gli uomini più uniti e rappresenta, in aggiunta, un arricchimento al proprio personale vissuto. Narrare è probabilmente l’unico modo che l’essere umano possiede per far conoscere un accaduto o la propria storia perché assistere al racconto di una vicenda o scriverla  significa sperimentare una vasta gamma di emozioni e di sentimenti scoprendo la possibilità di riconoscerci nelle esperienze degli altri.  Dobbiamo considerare, peraltro, che la narrativa è quasi sempre stata, tra generi letterari, quello che ha goduto di maggiore e più durevole popolarità. Julio Cortazar ha paragonato il racconto alla fotografia, una fotografia verbale che comunque scaturisce dalla fantasia di un autore.

Viviamo immersi in un mondo fatto di storie. Jonathan Gottschall, professore di letteratura inglese, nel suo libro L’istinto di narrare. Come le storie ci hanno reso umani (2014) si è chiesto perché, fin dai tempi antichi, l’uomo ha sempre dedicato molto tempo e molto energie a raccontare e a raccontarsi storie. Che cos’è, dunque, che ci spinge irresistibilmente a inventare mondi che non esistono, a leggere i fatti della vita di qualcun altro? Secondo Gottschall, il nostro bisogno di storie è qualcosa che ci identifica come uomini: l’uomo, egli afferma, è un animale che racconta storie. Non può farne a meno: riesce a capire il mondo in cui vive soltanto se lo racconta o se lo fa raccontare. Noi leggiamo o guardiamo le storie degli altri perché attraverso di esse possiamo capire un pezzo del mondo e imparare qualcosa sulle questioni cruciali della nostra vita, quelle che ci riguardano direttamente. È come se, leggendo, ci allenassimo a vivere, perché attraverso le narrazioni altrui sperimentiamo il mondo e impariamo ad abitarlo. Bisogna saperne accettare il valore metaforico, capire cioè che “rappresentano qualcosa attraverso qualcos’altro” sotto una forma diversa. Una narrazione è spesso una finzione o, anche quando un romanzo si riferisce a fatti realmente accaduti, una ricostruzione della realtà con elementi di fantasia e invenzione. Ogni storia chiede di essere accettata e letta perché si narra per essere ascoltati.
A questo scopo, è dalla  terza edizione del 2015 che  si è compiuto un ulteriore passo in avanti, inserendo una sezione – Sezione C –  dedicata alla narrativa,che ha riscosso un’immediata risposta da parte dei  numerosi  autori che hanno inviato i loro  racconti,  esaminati da una Giuria preposta e diversa da quella nominata per la poesia. In virtù del successo riscontrato, anche nella settima edizione del premio Vitulivaria, si è pensato di continuare a offire all’autore del racconto vincitore la  pubblicazione del proprio testo sulla rivista quiSalento, mensile di eventi, turismo, cultura, tradizioni e attualità, nella rubrica di racconti illustrati “Le storie di qui”. Questo riconoscimento rappresenta un ulteriore passo avanti fatto dal Premio Vitulivaria che continua nel suo intento  di concedere sempre maggiori opportunità e visibilità a poeti e scrittori, consentendo di essere conosciuti e apprezzati anche nel panorama letterario.

Concludo citando Fernando Pessoa: “Narrare significa creare, poiché vivere significa soltanto venire vissuto.” – Il libro dell’inquietudine (1982)

narrativa

7^ bando VITULIVARIA 2022

“La verità della poesia” di Paul Celan


Vorrei proporre delle riflessioni di Celan sulla propria poesia e sulla poesia in generale, sottolineando la bellezza di scrivere e di esprimere le proprie emozioni.
« La poesia, essendo non per nulla una manifestazione linguistica e quindi dialogica per natura, può essere un messaggio nella bottiglia, gettato a mare nella convinzione – certo non sempre sorretta da grande speranza – che esso possa un qualche giorno e da qualche parte essere sospinto a una spiaggia, alla spiaggia del cuore, magari. Le poesie sono anche in questo senso in cammino: esse hanno una meta. Quale? Qualcosa di accessibile, di acquisibile, forse un tu, o una realtà, aperti al dialogo. Sono, io penso, codeste realtà a interessare la poesia. E credo pure ragionamenti come questi accompagnano non soltanto i miei tentativi, ma anche quelli di altri poeti lirici della più recente generazione. Sono i tentativi di chi, sorvolato da astri che sono opera umana, chi, senza tetto anche in questo modo finora imprevisto e dunque esposto nel senso più inquietante della parola, s’accosta con la propria esistenza alla lingua, ferito di realtà e realtà cercando. »
P. Celan, “La verità della poesia”
Pubblicità Premio(3)

Khalil Gibran:  “La bellezza è l’eternità che si guarda allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio”


Pubblicità Premio

La sezione B (a tema)  del Premio Vitulivaria quest’anno è riservata alla bellezza, prendendo spunto da una frase di Khalil Gibran“La bellezza è l’eternità che si guarda allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio” . Tante sono le immagini e le sollecitazioni che scaturiscono da queste parole e appare chiaro che il concetto di  “BELLEZZA” include tutti i possibili significati del termine, come la bellezza di un luogo o un ambiente, la bellezza di un’opera d’arte o della natura, la bellezza fisica di una persona, la bellezza di una cosa, la bellezza interiore di una persona, la bellezza di un oggetto o di un’opera d’arte, o la bellezza immateriale di momenti e sensazioni. 
Sono molteplici i motivi che ispirano a creare una lirica che trae ispirazione dal tema della bellezza e il compito dei poeti è offrire un ventaglio di sfaccettaure che diano respiro a un concetto fondamentale che è alla base della vita.

Buona poesia e un invito a dare ali a versi che saranno i protagonisti di questa  settima edizione del Premio Vitulivaria-memorial Gerardo Teni!

Bando del Premio letterario Vitulivaria – 7^ edizione


7^ bando VITULIVARIA 2022_page-00017^ bando VITULIVARIA 2022_page-00027^ bando VITULIVARIA 2022_page-00037^ bando VITULIVARIA 2022_page-00047^ bando VITULIVARIA 2022_page-00057^ bando VITULIVARIA 2022_page-0006

Informazioni sul Premio:

Premio Letterario Vitulivaria – memorial Gerardo Teni

concorsiletterari.net

Cultura Oltre 14

concorsopoesianovoli@virgilio.it

Settima edizione Premio Vitulivaria-memorial Gerardo Teni


La settima edizione del Concorso Vitulivaria ha preso il via e arrivano già le prime opere. Una soddisfazione grande! È sempre una nuova emozione ricevere le opere, sapere che ci sono tante voci che volano da punti disparati  della nostra bellissima penisola e che giungono nella terra salentina, una terra che accoglie e  dona. Il Premio dimostra, di anno in anno, di avere ormai una tradizione: serietà, passione per la scrittura e onestà! Ci sono ancora tante cose da scrivere, ci sono ancora tante cose da dire…

 

Premio letterario nazionale VITULIVARIA – VII edizione


MANIFESTO Premio letterario nazionale Vitulivaria-memorial Gerardo Teni

Art. 1 Il Concorso è articolato in quattro Sezioni: Sezione A: “Poesia inedita”. Tema libero. Ogni autore può inviare una poesia di non più di 40 versi. I testi dovranno essere tassativamente inediti fino al giorno della cerimonia di premiazione. Per poesie inedite si fa esplicitamente riferimento a componimenti poetici i quali, rispondenti ai requisiti del presente bando, non abbiano ricevuto regolare pubblicazione editoriale. Sono da considerarsi inediti i testi pubblicati in rete (blog, siti letterari personali o collettivi, Facebook, Twitter, Google Plus, eccetera) – (carattere Times New Roman; dimensione carattere 12); Sezione B: Poesia inedita a tema obbligato: “La bellezza è l’eternità che si guarda allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio” (Khalil Gibran). Ogni autore può inviare una poesia di non più di 40 versi. I testi dovranno essere tassativamente inediti fino al giorno della cerimonia di premiazione. Per poesie inedite si fa esplicitamente riferimento a componimenti poetici i quali, rispondenti ai requisiti del presente bando, non abbiano ricevuto regolare pubblicazione editoriale. Sono da considerarsi inediti i testi pubblicati in rete (blog, siti letterari personali o collettivi, Facebook, Twitter, Google Plus, eccetera) – (carattere Times New Roman; dimensione carattere 12); Sezione C: “Racconto breve inedito in lingua italiana”. Ogni autore può partecipare con un solo racconto di lunghezza non superiore alle cinque cartelle Word A4, Times New Roman, corpo 12, spaziatura minima. Non verranno accettati testi che presentino elementi razzisti, pornografici, blasfemi o d’incitamento all’odio, alla violenza, alla discriminazione di alcun tipo; Sezione D: “Sezione Libro edito di poesia”. Ogni autore può partecipare con un libro di poesia in lingua italiana pubblicato a partire dall’1/01/2010, munito di codice ISBN. Spedire una sola opera in 2 copie – di cui una firmata dall’autore – con posta normale non raccomandata entro il 30 ottobre 2022 a Premio letterario VITULIVARIA – memorial Gerardo Teni – Via XXIV Maggio n.24 – 73051 – Novoli (Le). Contestualmente è richiesto l’invio dell’opera in formato Word o Pdf, unitamente alla scheda di adesione, all’indirizzo mail: concorsopoesianovoli@virgilio.it. Sulla busta di spedizione deve essere scritto PIEGO DI LIBRI. Gli autori si assumono ogni responsabilità in ordine alla paternità degli scritti inviati esonerando l’Associazione Culturale “Viva Mente” da qualsivoglia responsabilità anche nei confronti dei terzi. Gli autori devono dichiarare di possedere a pieno i diritti sull’opera che presentano. Per partecipare al concorso nelle sezioni A), B) e C), ciascun autore dovrà, inoltre, inviare le proprie opere, la scheda di partecipazione (preferibilmente in Word) compilata e scannerizzata, una breve biografia in formato digitale con la copia della ricevuta di pagamento al concorso all’indirizzo di posta elettronica: concorsopoesianovoli@virgilio.it entro il termine di scadenza del concorso; nell’e-mail, che come oggetto avrà “Settimo Premio letterario “Vitulivaria”, il concorrente dovrà riportare i propri dati e la data di spedizione della busta con il materiale cartaceo. Ogni concorrente, oltre all’invio per posta elettronica, dovrà far pervenire cinque copie anonime, dattiloscritte, del testo poetico o narrativo, recanti su ognuna il titolo dell’elaborato e la sezione per cui concorre. Le copie non devono indicare dati personali né riferimenti al curriculum letterario e devono essere inserite in una busta sigillata, contenuta all’interno di un plico da spedire attraverso la posta prioritaria ordinaria entro e non oltre il 30.10.2022 (farà fede il timbro postale) all’indirizzo: Settimo Premio letterario “VITULIVARIA” – Via XXIV Maggio n.24 – 73051, Novoli (LECCE). Art. 2 Nel medesimo plico postale deve essere inserita la scheda di adesione, inserita nel presente bando, completa dei dati personali e dell’autorizzazione al trattamento degli stessi: il nome, il cognome, la data ed il luogo di nascita, l’indirizzo, un proprio recapito telefonico, un eventuale indirizzo di posta elettronica, il titolo delle opere in concorso la dichiarazione che l’opera è frutto esclusivo del proprio ingegno, la dichiarazione che l’autore ne detiene i diritti e l’espressa autorizzazione al trattamento dei propri dati personali ai sensi del D.lgs. n. 196/2003 ed una breve biografia, compilando la scheda allegata al bando. Per gli autori minorenni, il partecipante deve allegare fotocopia di un valido documento d’identità di uno dei genitori o di chi ne fa le veci, opportunamente firmato. È gradita, ma non obbligatoria, una breve nota biografica dell’Autore. Gli autori premiati saranno contattati al recapito telefonico o di posta inoltrato. Art. 3 Gli elaborati che risulteranno firmati verranno automaticamente esclusi. La commissione del Premio è costituita da autorevoli personalità ed esponenti del mondo della cultura, dell’informazione e della docenza accademica ed universitaria. I componenti della giuria, il cui giudizio è inappellabile e insindacabile, coordinati dalla Presidente e fondatrice del Premio Maria Rosaria Teni, verranno resi noti al momento dell’esito del Concorso. È costituito un Comitato organizzatore composto dai membri dell’Associazione che si occupa, oltre che dell’organizzazione e del rispetto dell’osservanza delle norme concorsuali, di fornire gli elaborati in forma rigorosamente anonima alla commissione del Premio. Ciascun commissario di giuria, pertanto, riceverà le opere in forma rigorosamente anonima e formulerà il proprio giudizio individuale, considerando il contenuto ideale e concettuale dei testi, oltre che l’elemento lirico e stilistico, attenendosi ad una griglia di valutazione appositamente predisposta. Alla suddetta commissione spetta il compito di stilare la graduatoria finale dei vincitori del Concorso e di pronunciarsi sui casi controversi e su quanto non espressamente previsto dal presente regolamento. La partecipazione al concorso implica l’accettazione del presente bando in ogni sua parte. Art. 4 La quota di partecipazione per ciascuna sezione, a titolo di copertura e sostegno per le spese di organizzazione e segreteria, è di € 10,00. Per i soci iscritti all’ Associazione “Viva Mente”, e in regola con il versamento della quota sociale, la partecipazione è fissata a € 5,00 per le sezioni A), B) e C) e di € 10,00 per la sezione D. I partecipanti UNDER 20 (che non abbiano compiuto vent’anni alla data di scadenza del 30/10/2022) possono concorrere nelle sezioni A), B) e C), versando una quota di € 5,00 a sezione. Le quote possono essere versate secondo le seguenti modalità: 1) tramite versamento su conto PostePay n. 4023 6009 7880 4997, intestato a Maria Rosaria Teni (Presidente fondatrice del Premio), con causale: “quota partecipazione concorso”. In caso di necessità, il C.F. sarà fornito contattando, tramite messaggio, il numero 3200493655. La ricevuta di versamento andrà allegata all’interno del plico spedito tramite posta ordinaria. 2) in contanti, all’interno di una busta allegata al plico. L’iscrizione al concorso è subordinata all’avvenuto pagamento della quota di partecipazione Art. 5 È ammessa la partecipazione ad una o più sezioni, specificando che per ogni sezione aggiuntiva la quota sarà di € 5,00, anziché 10,00 (es.: un elaborato: € 10,00 – due elaborati € 15,00 – tre elaborati € 20,00. Per i soci dell’Associazione “Viva Mente: un elaborato € 5,00 – due elaborati € 10,00 – tre elaborati €15,00). Le quote di partecipazione, cumulate, possono essere comprese in un unico versamento. Per ogni ulteriore chiarimento o informazione, si potrà inviare opportuna e-mail all’indirizzo: concorsopoesianovoli@virgilio.it Art.6 Saranno premiate le prime tre opere delle sezioni A), B), C) e D), scelte dalla Giuria, mentre le successive sette composizioni classificate riceveranno la segnalazione di merito e la attestazione di Finalista. In particolare, spetteranno: · al I classificato: € 100,00, pergamena e targa. · al II classificato: targa e pergamena. · al III classificato: targa e pergamena. La giuria si riserva, inoltre, di assegnare premi speciali, assegnati a prescindere dalla sezione di partecipazione. I finalisti, quindi, verranno decretati tra i componimenti che hanno ottenuto maggior punteggio, siano essi poesia o racconti. Le menzioni e segnalazioni di merito saranno conferiti con diploma personalizzato, e/o targa per opere che si caratterizzeranno per la loro valenza letteraria e secondo una graduatoria stilata sulla base dei punteggi ottenuti tramite la valutazione di ogni singolo componente della Commissione giudicatrice. La suddetta graduatoria sarà resa pubblica e visibile sui canali informatici a supporto del Premio. Art.7 La serata finale – con annessa cerimonia di premiazione, aperta al pubblico, a ingresso libero – si svolgerà presumibilmente tra APRILE e GIUGNO 2023, compatibilmente con la situazione pandemica, in una sede prestigiosa, che sarà indicata con congruo anticipo. Saranno tenuti a parteciparvi gli autori indicati fra la rosa dei finalisti. I concorrenti premiati sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione e il premio sarà consegnato personalmente ai vincitori. In caso di assenza è prevista delega al ritiro, da far pervenire via e-mail agli organizzatori almeno 5 giorni prima della premiazione. Qualora il vincitore fosse impossibilitato, potrà ricevere il premio previo pagamento di un contributo per le spese di spedizione. È a carico dei partecipanti l’onere di informarsi circa tutti gli aggiornamenti e/o eventuali variazioni concernenti il Premio, attraverso la periodica consultazione dei siti: http://www.associazionevivamente.blogspot.it, http://www.premioletterariovitulivaria.wordpress.com https://www.facebook.com/pages/Vitulivaria-Concorso-Nazionale-di-Poesia/123660984380730 https://culturaoltre14.wordpress.com o contattando direttamente la Segreteria dell’Associazione Viva Mente al n° 333 8461683 o all’indirizzo email: concorsopoesianovoli@virgilio.it Art.8 L’Organizzazione del Concorso si riserva di procedere alla pubblicazione di un volume antologico che conterrà i lavori premiati e quelli che saranno ritenuti meritevoli per dignità di forma. La partecipazione al concorso non comporta l’obbligo all’acquisto del volume. Art.9 Con l’iscrizione al concorso tutti i partecipanti danno il consenso alla pubblicazione delle loro opere. Nessun diritto verrà corrisposto agli autori. Partecipando al concorso gli autori acconsentono a cedere a titolo gratuito il diritto di pubblicazione, riproduzione, diffusione e distribuzione al pubblico, nelle modalità di pubblicizzazione decise dall’Associazione “Viva Mente” che, comunque, garantirà che sia sempre riportato il nominativo dell’autore dell’opera, in relazione alla eventuale realizzazione dell’antologia del concorso. Gli autori rimangono pienamente in possesso dei diritti relativi ai testi con cui intendono partecipare al concorso. Art.10 In relazione alla normativa di cui al DLGS n° 196/2003 sulla privacy, i partecipanti devono acconsentire esplicitamente al trattamento dei propri dati personali per le sole finalità legate al Concorso in oggetto. Art. 11 Non saranno presi in considerazione i lavori che non avranno osservato tutte le norme contenute nel presente bando. Art.12 La partecipazione al Concorso implica l’accettazione del presente regolamento. Novoli, 6 aprile 2022 ASSOCIAZIONE CULTURALE “Viva Mente”.

Scarica l’allegato
7^ bando VITULIVARIA 2022

Patrocinio culturale di WikiPoesia per la 7^ edizione del Premio Vitulivaria


Siamo lieti di comunicare che anche per la Settima edizione del Premio è stato concesso il Patrocinio culturale di WikiPoesia -enciclopedia poetica– a nome del suo presidente Renato Ongania. Il patrocinio di WikiPoesia è un onore e offre l’occasione di avere un proprio spazio sulla Gazzetta Ufficiale dei Premi di Poesia, la fonte ufficiale di conoscenza dei risultati dei Premi di Poesia in Italia. È uno strumento di diffusione, informazione e ufficializzazione dei risultati dei Premi di Poesia, atti pubblici e privati che devono giungere con certezza a conoscenza dell’intera comunità.

WikiPoesia – Patrocinio culturale

Immagine1

PREMIO LETTERARIO VITULIVARIA – memorial Gerardo Teni – Settima edizione


E’ online il 7^ bando VITULIVARIA 2021 della VII edizione del Premio letterario nazionale “Vitulivaria- memorial Gerardo Teni”

È tutto pronto per iniziare un nuovo viaggio nel mondo della poesia e della scrittura con la pubblicazione del bando della settima edizione del Premio letterario nazionale “Vitulivaria”, riservato alla memoria di mio padre Gerardo Teni e caratterizzato da una tematica che riguarda la bellezza, prendendo come segno rappresentativo una strofa di una poesia di Khalil Gibran: “La bellezza è l’eternità che si guarda allo specchio e noi siamo l’eternità e lo specchio”.

Su questa pagina saranno forniti tutti gli aggiornamenti e gli sviluppi dell’edizione 2022/2023 e anche le notizie di approfondimento che consentiranno di entrare nel vivo di un concorso letterario che, nel tempo, sta diventando sempre più un appuntamento per tutti coloro che amamo, credono e fanno poesia, nella sempre crescente valorizzazione della scrittura e dell’impegno sociale.

           www.associazionevivamente.blogspot.it

           Pagina Facebook Premio Vitulivaria

Cultura Oltre 14

La scadenza per partecipare al Premio letterario nazionale “Vitulivaria”- memorial Gerardo Teni è prevista per  il 30 ottobre 2022.

Per ogni ulteriore informazione, si può inviare mail a concorsopoesianovoli@virgilio.it

Aspettiamo le vostre opere!Locandina color avorio e salvia per la Giornata internazionale dello yoga(3)

Da settembre in arrivo novità per gli autori di Vitulivaria!


Trascorso il periodo estivo, si riprende a parlare del Premio Vitulivaria e di tutti gli approfondimenti inerenti la sua connotazione. Su queste pagine, man mano saranno presentati i vari autori che hanno partecipato alla sesta edizione del Premio, con inserti fotografici della Cerimonia di premiazione del 2 luglio scorso, realizzata nel mistico chiostro del Convento di Novoli, alla presenza di tanti poeti e autori. Contestualmente i lettori sono invitati  a seguire la nuova rubrica che sarà inaugurata sulla rivista culturale  Cultura Oltre dal titolo “Gli autori di Vitulivaria”: una  vetrina che si aprirà con la Segnalazione letteraria delle sillogi di poesia, partecipanti al Premio Vitulivaria- memorial Gerardo Teni – 6 edizione – che godranno di uno spazio dedicato con  pubblicazione sul sito della scheda del libro (contenente copertina, sinossi, biografia dell’autore e indicazioni per l’acquisto), condivisa sulle pagine Facebook del  Premio letterario Vitulivaria e di Cultura Oltre, nonché di una  Recensione  e un’ Intervista all’autore. Saranno presenti anche le opere di narrativa e di poesia  dei vari autori che avranno così l’opportunità di far conoscere le proprie composizioni. Sarà, inoltre, presentata l’Antologia letteraria di Autori vari dal titolo “Nel tempo infinito di un pensiero” (Youcaprint, settembre 2021) curata da Maria Rosaria Teni, ricca di tante voci e  di penne di acclarato talento. Inzia così una nuova avventura e ancora altre novità che vi comunicheremo strada facendo…