“L’altalena” di Bianca Reale

Abbandonata al vento

dondolando  prende il volo,

cigola piano.

Abbandonata nel giardino

scintilla nel tramonto,

urla sconsolata.

Abbandonata tra l’erba

sorride accarezzata dalle foglie,

dorme tranquilla.

Abbandonata nel ricordo

luccica negli occhi del bambino,

vola per l’ultima volta.

Bianca Reale

 Primo Premio Sezione E

opera di Noemi Petrachi

opera di Noemi Petrachi

L’altalena è solo un oggetto, un gioco per dare diletto ai fanciulli in quel mondo dorato dell’infanzia. Ci si dondola e ci si libra nell’aria come in un volo e si è felici. E pare che quell’oggetto prenda vita e si animi e diventi un’appendice, un arto del bambino o forse anche un’ala e gioisca di quella stessa gioia. Poi, sono solo gli anni a volare via e l’altalena luccica e dondola solo negli occhi e nei ricordi del bambino. Altamente lirica e ben scritta. [ M.R.Teni]

 

Annunci